In memoria di Michael Cimino.

michaelcimino02

In memoria di Michael Cimino.

Grandissimo regista, prima osannato e pluripremiato per “Il cacciatore”, un capolavoro che raccontava l’inutile assurdità del Vietnam, poi massacrato e umiliato per un capolavoro ancora più grande, “I cancelli del cielo”, che gettava ombre sulla nascita della grande nazione americana, narrando la guerra spietata condotta dai latifondisti del Wyoming, spalleggiati dall’esercito, contro gli immigrati dell’est Europa.
La stroncatura del film e il boicottaggio dello stesso da parte della produzione causarono la fine della carriera di Cimino e il tramonto della libertà e dell’indipendenza autoriale nella cinematografia delle majors.
E allora ricordo con emozione quel giorno del 2012, quando la Mostra del Cinema di Venezia proietto’ la versione integrale restaurata de “I cancelli del cielo”; ricordo l’entusiasmo degli spettatori. E ricordo le lacrime di Cimino, ormai distrutto dalla vita ma finalmente restituito alla dignità di grandissimo autore e regista.

Grazie Michael, e buon viaggio.

Annunci