Orfani di un Dio maggiore: Noah e gli altri

Ciò che colpisce alla visione delle moderne mega-produzioni di film tratti dalla Bibbia, è la totale assenza di Dio dalla scena.

Trasformare Mosè o Noè in supereroi già è discutibile, ma cancellare del tutto la presenza del divino è inaccettabile: nessuno ti obbliga a scrivere un film biblico, e non devi essere necessariamente un credente, ma se lo fai, ricordati da dove viene la Bibbia.Featured image

Il caso più eclatante è quello di Noah, dove non solo il nome di Dio è completamente assente, ma addirittura molte delle azioni che la Bibbia attribuisce all’intervento divino, sono invece assegnate a Noè, come nel caso della benedizione all’umanità dopo il diluvio.

Dio è definito da Noah il Creatore, nello stesso modo in cui Roy Batty si rivolgeva al capo della Tyrell Corporation in Blade Runner, o l’umana aliena di Star Trek – il film -ai costruttori di Vyger, cioè agli ingegneri della NASA (!!). Non potrebbe esistere una rappresentazione più fredda e distante, così poco divina, lontana anni luce dall’enfasi sfolgorante con cui Cecil De Mille rappresentò il Dio che scolpiva con il dito di fuoco le tavole della legge sulla pietra, di fronte ad uno sconvolto Charlton Heston (I dieci comandamenti).

Oggi, secondo Hollywood, Dio è una specie di ingegnere – geometra, coadiuvato da creature di pietra quali nemmeno Tolkien si sarebbe sognato di inventare, che affida a supereroi tipo Iron Man la salvezza del suo popolo (quale popolo?? e per andare dove??).

La veridicità storica era già stata ammazzata da Ridley Scott con Il Gladiatore, per non parlare delle ridicole Crociate, ove quel pesce lesso di Orlando Bloom si erge a difensore di Gerusalemme (nientemeno) e arriva a sfidare (e pareggiare con) il feroce Saladino.

Oggi abbiamo aperto una nuova pagina storica: la Bibbia come seguito de lo Hobbit, alla faccia dei diecimila anni di storia della civiltà mediterranea e mediorientale.

Non bastano una bellissima confezione ed effetti speciali curati a darti la licenza di riscrivere a tuo uso e consumo la storia del mondo (la Bibbia dice che Cam viene cacciato e maledetto da Noè, e con lui tutti i suoi discendenti: perché nel film di Aronofsky invece Cam se ne va da solo come un liceale alla scoperta del mondo?? forse per non urtare sensibilità internazionali??)

Dopo i re Scorpioni, le Mummie vendicatrici, i Gladiatori col gel, i crociati per noia, i profeti a raggi laser, che cosa ci riserverai, o diletto cinema?

Dove sei, Jesus Christ Superstar???

Annunci